Droni Parrot: agricoltura e sicurezza nuovi campi di sviluppo
Prima Pagina

Droni Parrot: agricoltura e sicurezza nuovi campi di sviluppo

La Parrot sta sviluppando droni in grado di aiutare sempre più le PMI (Piccole Medie Imprese) e aumentare in questo modo il know-how dell'azienda

La Parrot entra nel campo agricolo con un drone “chiavi in mano”. Parliamo di Disco-Pro AG. Questo aerovelivolo segna una svolta nel controllo dei campi agricoli. La Parrot si conferma leader mondiale nella costruzione di droni innovativi, in grado di imprimere una svolta in vari campi lavorativi.

Disco Pro AG: come funziona

Il Disco Pro AG è un aerovelivolo che potrebbe fare la fortuna di tutti gli agricoltori. Il drone è pensato infatti, per essere di facile manovrabilità, ma, al contempo, in grado di compiere operazioni complesse.

La sua principale caratteristica, come spiega la scheda tecnica del produttore, è quella di monitorare lo stato di salute delle colture estensive, come mais, frumento o colza. Basterà preimpostare la rotta da seguire e il resto verrà da sé. Per renderlo attivo, si potrà lanciarlo come si farebbe con un aeroplanino.

A questo punto, grazie al software di navigazione Pix4Dcapture, il drone sarà in grado di impostare la rotta che è necessario seguire e scatterà le foto del terreno. Quando sarà tornato dal suo percorso, basterà collegare la scheda di memoria e inviare i dati ad Airinov, una società francese, legata a Parrot, che analizza le informazioni raccolte dal drone e restituisce una mappa di vigore nel giro di 24 ore. L’autonomia del drone in volo è di circa 40 minuti ed è in grado di mappare fino a 80 ettari.

L’utilizzo di questo strumento in campo agricolo è la perfetta simbiosi tra tecnologia e manodopera umano. Il drone non è, infatti, in grado di dire di cosa soffra il terreno, quindi non sostituisce la manodopera specializzata, ma opera in aiuto di questa, segnalando un problema. Il tutto, senza alcuna necessità di un controllo umano sull’apparecchio in questione.

LEGGI ANCHE  Consumi Kids, un mercato che non conosce crisi. Giocattoli e cinema al top della classifica

In aiuto della Piccola Media Impresa

Il Disco Pro AG è la prova di come la Parrot stia tentando di entrare nel campo della Piccola Media Impresa. L’azienda francese, in soli sette anni, si è ritagliata un ruolo di primo piano nel settore dei droni, perché è stata tra le prime a cogliere le potenziali che gli aerovelivoli potrebbero avere nel campo lavorativo. Soprattutto per quel che riguarda edilizia e agricoltura, i droni sono alquanto ricercati.

Il punto che unisce i due settori è, infatti, è lo studio del terreno. I droni parrot da questo punto di vista offrono un importante aiuto, essendo in grado di eseguire studi sia a livello di “salute” del terreno, sia termografico.

Proprio in campo lavorativo, Sensefly, filiale commerciale dei Droni Parrot, ha lanciato all’INTERGEO 2017, una nuova linea di soluzioni complete adatte al rilevamento e all’ispezione dei terreni in campo agricolo. Lo scopo è sempre quello di rendere il lavoro più sicuro ed efficiente, semplificando la raccolta e l’analisi dei dati geospaziali. In questo modo i professionisti del settore saranno in grado di prendere decisioni migliori e più velocemente.

Grazie a queste innovazioni, la Parrot ha avuto un aumento del 42% dei ricavi nella vendita dei droni professionali. Il prossimo obiettivo dell’industria francese è quella di entrare nel mercato della difesa e della sicurezza. Se questo avvenisse, sarebbe un ulteriore passo in avanti nel campo della sperimentazione.

Categorie
Prima PaginaTech

Commenta

*

*