Sport

Napoli, obiettivo scudetto. I primi movimenti di mercato per rinforzare la rosa

È partito ufficialmente il calciomercato del Napoli. La squadra partenopea si è prefissata l’obiettivo di arrivare ai nastri di partenza con un gap ridotto rispetto alla Juventus, sei volte campione d’Italia. La squadra di Sarri, tuttavia, ha mostrato un grande gioco e uno spiccato senso del gol lo scorso anno e, soprattutto negli scontri diretti, la differenza nei confronti della Juventus non si è vista poi così tanto.

Come può migliorarsi dunque una squadra già di per sé molto forte? I rinnovi di Mertens e Insigne, come affermano anche gli analisti di scommesse sul calcio, hanno dato serenità a Giuntoli per operare nel mercato. Forse quello che è mancato realmente al Napoli lo scorso anno è stata una panchina di livello che permettesse di far rifiatare i fenomeni in campo. Se Sarri avesse avuto dei ricambi più affidabili, forse a gennaio, quando la squadra ha tirato il fiato perdendo qualche punto di troppo, la situazione sarebbe stata diversa e oggi forse staremmo qui a parlare di un trionfo. Ma con i ‘se’ e con i ‘ma’ non si fa la storia e per questo la società, avendo individuato il problema principale, sta lavorando per regalare a Sarri una rosa più competitiva, oltre che un 11 titolare.

C’è da risolvere però la grana Reina che non ha ancora deciso se restare a Napoli, sebbene siano già iniziati a circolare vari nomi per la sua eventuale sostituzione. Si era parlato dell’ex Roma Szczesny, ma la pista si è subito raffreddata, anche perché sul portiere polacco sembrerebbe aver puntato la Juventus, alla ricerca di un grande vice e dopo Buffon. In questi giorni sono due i nomi che circolano con insistenza: il primo è quello di Meret, giovane portiere della Spal, che è entrato già nel giro azzurro di Ventura e stabilmente nella nazionale Under 21 di Di Biagio. L’altro è quello di Neto, secondo portiere della Juventus che ha deciso di lasciare i colori bianconeri per una destinazione che gli dia l’opportunità di giocare con continuità. Attenzione anche a Perin: su di lui c’è il Milan, ma il Napoli potrebbe accelerare i tempi approfittando dello stallo della situazione Donnarumma.

LEGGI ANCHE  I 10 sport più praticati al mondo

In attacco si parla con insistenza di Berenguer. L’attaccante spagnolo dell’Osasuna sarà quasi certamente il primo acquisto del nuovo Napoli, non appena però la società avrà definito la prima cessione, che potrebbe essere Giaccherini, per il quale c’è un forte interesse da parte della Fiorentina, oppure Grassi, che potrebbe passare un altro anno a Bergamo, o addirittura Vlad Chiriches, se Sarri dovesse decidere di puntare definitivamente su Maksimovic.

Un vecchio pallino dell’allenatore toscano potrebbe vestire la casacca azzurra il prossimo anno: si tratta di Mario Rui della Roma ed ex giocatore dell’Empoli proprio sotto la guida di Sarri. La società ha trovato un accordo di massima con il giocatore e adesso non resta che definire la trattativa con la Roma per l’acquisizione del cartellino.

Si è parlato anche di un possibile scambio Keita-Jorginho. La Lazio cerca un regista che possa sostituire il partente Biglia e Lotito avrebbe messo sul piatto l’attaccante senegalese. Non è certo se si tratti di fantamercato, ma a quanto pare De Laurentiis avrebbe respinto al mittente l’offerta, ritenendo l’italo-brasiliano una pedina fondamentale nello scacchiere tattico di Maurizio Sarri.

Categorie
Sport

Commenta

*

*